fbpx

Come costruisco il mio pacco batteria?

Lo schema costruttivo come base per iniziare il tuo lavoro

Un pacco batteria generalmente è costituito da più celle che vanno collegate l’una con l’altra per poter arrivare alla caratteristiche tecniche finali che serviranno per il tuo progetto.

Oltre ad aver valutato bene alcuni fattori prima di partire, se non lo hai fatto leggi qui, per poter costruire il pacco batteria è necessario seguire uno schema di costruzione che ti fornirà le linee guida per poter lavorare.

Cos’è uno schema costruttivo?

Lo schema costruttivo o di montaggio è la base da cui partire per sapere di quante celle avrai bisogno e come dovrai collegare le une alle altre. Di norma su tutti i pacchi batteria al litio viene riportato questo schema ( inserire foto riportante gli S e i P ) che si divide in due parti denominate S e P. Per S si intendono il numero di celle da mettere in serie per raggiungere la tensione del pacco batteria. P, invece, rappresenta il numero di volte che dovrai replicare la serie collegandole in parallelo per raggiungere la corrente nominale che il pacco batteria dovrà erogare.

Come faccio a sapere come elaborare uno schema costruttivo?

Partiamo con il definire i dati di base che prenderemo in considerazione con il nostro esempio.
La cella che utilizzeremo 🙁 inserire foto con blackboard e caratteristiche cella )
Il motore che dovremmo alimentare:( inserire foto blackboard caratteristiche motore)
Con questi dati già potremmo calcolare quali sono le caratteristiche che il nostro pacco batteria dovrà avere per poter far funzionare bene il motore .

Come avevamo già detto in questo articolo possiamo individuare subito il numero di celle da mettere in serie per poter raggiungere la tensione finale. Ma cosa vuol dire collegare in serie più celle ricaricabili?


Una serie non è altro che un collegamento dal polo positivo di una prima cella verso un polo negativo della seconda e viceversa “.


Così facendo creeremo una catena dove, ogni volta che andremo ad aggiungere una nuova cella alla serie, questa sommerà la propria tensione a quella delle altre precedenti. Facendo una misurazione con il tester al polo negativo finale e al polo positivo iniziale leggeremo una tensione che sarà la somma delle tensioni di ogni singola cella.( foto tester con puntali su due celel collegate in serie)

Esempio : ( blackboard con numero di celle in serie per far attivare il motore)

Il nostro motore in questo momento si sarà acceso, ma adesso come facciamo a capire per quanto tempo lo rimarrà?
Abbiamo visto che il nostro motore ha una potenza di 250 Watt , questo vuol dire che se noi forniremo 250 Watt con la nostra batteria, il motore starà acceso per un’ora.
Ma come facciamo a capire la corrente nominale che dovrà avere il pacco batteria da 36 v per alimentare il nostro motore per un’ora?

Dovremmo fare un calcolo inverso ma, con questo tipo di procedimento, capire quanti P dovrò avere il pacco batteria sarà davvero una” baggianata” (tipica espressione maremmana per dire cavolata, siamo toscani si fa pe’ ridere) oltre che renderci immediatamente pratica l’applicazione della seguente formula:

Come costruisco il mio pacco batteria
Attenzione! molto spesso la potenza dei motori elettrici viene espressa in Watt ma la forma corretta sarebbe Watt per ora essendo il lavoro svolto dal motore

Applicandola al nostro esempio:

Come costruisco il mio pacco batteria

Come potete vedere il nostro motore avrà bisogno che la batteria da 36v abbia almeno 6,9 Ah, facciamo 7 per semplificare tanto nel più ci stà il meno, da erogare altrimenti non rimarrà acceso nemmeno per un’ora.
Adesso possiamo ricavare il numero di volte che dovremmo replicare la serie, collegandola in parallelo, per poter raggiungere tale autonomia.
Formula:

Come costruisco il mio pacco batteria


quindi:

Come costruisco il mio pacco batteria

Rimane da comprendere che cosa è un collegamento in parallelo:

“Un parallelo non è altro che un collegamento tra il polo positivo della prima cella con il polo positivo di una seconda cella , stesso procedimento con i poli negativi”


(blackboard con esempio di collegamento in parallelo )

In questo caso ogni cella che andrai ad aggiungere alla catena non sommerà la sua tensione con le altre bensì aumenterà la capacità totale della batteria che stai costruendo.

Per ricapitolare un pacco batteria da 36v e7 A/h costruito con celle da 3,6v e 3,5 A/h avrà 2 serie da 10 celle ciascuna messe in parallelo per un totale di 20 celle singole. Un pacco batteria con queste caratteristiche sarà 10s2p. Questa denominazione cambia con il differente numero di celle e paralleli. Se ho un pacco batteria con serie da 7 celle e due paralleli sarà 7S2P e così via. Puoi trovare queste definizione anche all’interno delle caratteristiche dei pacchi batteria costruiti da noi in modo che tu possa sempre sapere la composizione del pacco batteria che stai visualizzando.

Per quali pacchi batteria posso elaborare uno schema costruttivo?

Questo tipo di schemi sono generalmente utilizzati per la costruzione di pacchi batteria con celle ricaricabili al litio. L’asseto del pacco batteria dipende molto dalla composizione chimica delle celle che si scelgono. Ad esempio la celle NiMH (nichelmetallo idruri) non tollerano i paralleli, quindi per costruire una batteria con questo tipo di pila è necessario lavorare solo sulle celle in serie.

Su tutti i pacchi batteria al litio viene riportato che si divide in due parti chiamate S e P.

Un regalo per te!

Iscrivendoti alla nostra newsletter da questo articolo riceverai il file in excel per eleborare o schema costruttivo del tuo progetto!

Diventa subito un professionista delle batterie.

In più avrai uno sconto di benvenuto di 5€. Che aspetti?

Ti è piaciuto questo articolo? Vuoi capire ancora meglio come poter costruire il tuo pacco batteria? Iscriviti alla nostra newsletter da questo articolo e avrai il file in excel dello schema costruttivo per diventare un vero professionista delle batterie!

Bosch Happy New Year 2023

Tutte le novità del mondo Bosch La marca Bosch è una delle più famose e apprezzate in molti ambiti, soprattutto per quanto riguarda le ebike. Sui suoi veicoli elettrici Bosch continua a studiare e ottimizzare le sue biciclette elettriche ogni anno più potenti e performanti.Bosch inizia questo nuovo anno con tante novità, in particolar modo …

Leggi tutto

Come capire il data code delle celle Samsung

Impara a leggere i codici che riportano le celle ricaricabili Samsung Ti eri dimenticato nel cassetto delle celle ricaricabili Samsung che vorresti usare per il tuo nuovo progetto ma vuoi capire se sono troppo vecchie? Niente paura! Esiste un modo per capire la data di produzione, o data code, delle celle ricaricabili Samsung. In questo …

Leggi tutto

Cosa ci riserverà il 2023 sulle celle ricaricabili

Batterie al sale e batterie alla sabbia L’energia è un tema caldo, anzi caldissimo, negli ultimi periodi. La cronaca internazionale ci ha costretto a mettere l’attenzione e accelerare la ricerca di soluzioni innovative per l’approvvigionamento energetico. Tra le tecnologie che sono sulla bocca di tutti nelle ultime settimane ci sono le batterie al sale e …

Leggi tutto

Come capire la data di produzione delle celle LG

Leggere cifra per cifra per scoprire il data code Dì la verità, ti sei sempre chiesto quando fossero state prodotte le celle che utilizzi? Bene, la curiosità è importante. Vediamolo insieme.Se fai attenzione su ogni singola cella LG sono riportate due file di numeri e lettere che sono in grado di darci moltissime informazioni sul …

Leggi tutto

LG MJ1 – La cella top performance per veicoli elettrici nella categoria 18650

Ecco le caratteristiche della pila ricaricabile più usata per le ebike Usata dalle marche più rinomate del settore come Bosch, Shimano, Yamaha, Brose e tanti altri, la LG MJ1 è la cella per eccellenza che ben si presta ad essere utilizzata nella costruzione dei pacchi batteria per i veicoli elettrici. La casa produttrice LG garantisce …

Leggi tutto

Lascia un commento

SPEDIZIONE IN TUTTA ITALIA

GRATIS per ordini sopra i € 350
Consegna in 24/48h

PAGAMENTI SICURI

I tuoi pagamenti online sono protetti.

SERVIZIO CLIENTI

Visita la pagina supporto oppure compila il form dedicato.